Maglia Juventus adidas Palace

La Juventus sorprese i propri sconosciuti con la curiosa uniforme con cui saltarono in campo per affrontare Genova. La combinazione accattivante è il risultato di una speciale collaborazione tra il club, adidas e Palace, un marchio di skate inglese.

Maglia Juventus Palace

La maglia juve 2020 palace, dal design urbano, presenta i tradizionali bastoncini bianchi che sono mancati tanto in questa stagione con un tocco moderno ottenuto con sfocatura di punti e una grafica sulla superficie bianca.

I loghi e i bavaglini sono presentati in un colorato verde neon, che è accompagnato da naranaja nel pugno sinistro e il nome del marchio londinese che accompagna il logo adidas. Pantaloncini bianchi e calza con effetto punteggiato completano l’uniforme da campo, mentre il portiere una combinazione arancione e verde.

“È la grande fusione tra calcio e moda – guarda Giorgio Ricci, Chief Revenue Officer della Juventus – per spingerci oltre i nostri confini. Volevamo sorprendere, saltando in campo con una T-shirt frutto della collaborazione con una realtà iconica del mondo dello skateboarding in tutto il mondo. Ringraziamo il nostro partner adidas per aver reso possibile questo progetto”

Il giocatore della Juventus Paul Dibara infettato da coronavirus

L’attaccante della Juventus Paulo Dybala ha confermato via Instagram che lui e la sua ragazza sono entrambi risultati positivi per il coronavirus, rendendolo il terzo giocatore della Juve a contrarre il virus.

“Ciao a tutti, volevo solo informarvi che abbiamo ricevuto i risultati per il test Covid-19 e sia Oriana che io abbiamo fatto il risultato positivo. Per fortuna siamo in perfette condizioni. Grazie per i tuoi messaggi”, ha detto Dybala. Benvenuto per comprare maglia juve, supporto Paul Dibara

Secondo vari rapporti in Cile, Argentina e Italia, l’Argentina international aveva precedentemente negato di aver contratto la malattia. Covid-19 ha un lungo periodo di incubazione, il che significa che può richiedere fino a 14 giorni per i sintomi a svilupparsi.

Daniele Rugani è diventato il primo giocatore della Juve a risultare positivo al coronavirus l’11 marzo e Dybala e la sua fidanzata Oriana Sabatini sono rimasti nella loro casa in isolamento da allora.

Paul Dibara è risultato positivo al coronavirus

“Paulo Dybala è stato sottoposto a test medici che hanno rivelato un risultato positivo per Coronavirus-COVID19”, ha letto una dichiarazione della Juventus. “Da mercoledì 11 marzo è in isolamento domestico volontario. Continuerà ad essere monitorato, seguendo il consueto regime. Sta bene ed è asintomatico.”

Tutti i 121 membri del club, compresi i giocatori, lo staff e il presidente Andrea Agnelli, sono finiti in autoisolamento e sono rimasti a porte chiuse. Tuttavia, a Gonzalo Higuain è stato permesso di tornare indietro nella sua casa in Argentina. Anche miralem Pjanià e Sami Khedira sono partiti rispettivamente in Lussemburgo e in Germania, mentre Douglas Costa è l’ultimo giocatore a tornare in patria in Brasile.

Cristiano Ronaldo era già tornato a Madeira per prendersi cura della madre malata che ha recentemente subito un ictus. Questo ora solleva domande sul club che permette ai giocatori di lasciare prima della scadenza di un periodo di quarantena di 14 giorni. Questo ancora di più, dato il fatto Dybala è ora risultato positivo.

Secondo Sky Sport Italia, ogni singola stella della Vecchia Signora è stata testata per il coronavirus e Rugani, Dybala e Blaise Matuidi sono gli unici staff di gioco che hanno testato positivo.

La pandemia ha messo in atto in particolare l’Italia, con oltre 4.000 morti ed esperti che avvertono che il paese deve ancora aver raggiunto il suo picco in termini di casi e decessi. Nelle ultime 48 ore, 1.420 persone sono morte in Italia dopo aver contratto COVID-19, la stragrande maggioranza delle quali nella Regione Lombardia (3.095).

Solo il tempo e i test secondari dei giocatori a cui è stato permesso di andarsene forniranno risposte sul fatto che il permesso del club per i giocatori di viaggiare sarà stato giustificato.

La Juventus presenta le maglia 2019-2020

Questa domenica è stato svelato il disegno della maglia della Juventus 2019-2020, il lavoro di adidas, sponsor tecnico dell’attuale campione sa.

La Juventus ha presentato ufficialmente la maglia juve 2020. “Oggi è una domenica molto importante”, osserva la vecchia signora in relazione alla presentazione della sua nuova uniforme. Per il quale adidas ha optato per un design innovativo, dicendo addio alle strisce.

Maglia Juventus 2019-2020

Maglia ha un nuovo look da tutti i punti di vista. “Il nuovo design audace evoca il passato” e lo fa “spingendo il futuro del club attraverso l’evoluzione delle iconiche strisce bianche e nere”, espone il club italiano.

maglia juve 2020

I colori bianco e nero sono di nuovo i protagonisti. Anche se, in questa occasione, sono incarnati in modo diverso. Le strisce danno il via a una T-shirt divisa in due metà. E con la presenza inaspettata della rosa. Anche se la sua scelta non è stata casuale. La rosa rende omaggio al primo colore con cui il club ha giocato. L’essenza è mantenuta ma si evolve per segnare la nuova era in cui la Juventus entra.

Maglia è caratterizzata da un semplice collo rotondo. Accompagnato da maniche bianche e nere, con tutte e tre le righe, sulle spalle. E con la tecnologia Climalite, assorbe il sudore e mantiene i giocatori asciutti. Completa i pantaloni e le calze nere uniformi con dettagli bianchi.