maglia gremio in vendita in un distributore automatico

Conoscevamo i negozi ufficiali, i negozi pop-up o i venditori ambulanti, ma non sapevamo ancora di vendere maglie in un distributore automatico in mezzo all’aeroporto! È stato il club brasiliano Gremio!

Vincitore della Copa Libertadores nel 2017 e finalista della Coppa del Mondo per club nello stesso anno, l’ex club di Ronaldinho ha quindi lanciato un dispositivo piuttosto sorprendente negli ultimi giorni. Infatti, se avete deciso di trascorrere qualche giorno sul lato del Brasile e si atterra a Porto Alegre e più precisamente all’aeroporto internazionale di Salgado Filho, non sarete sorpresi di scoprire un nuovo tipo di distributore automatico. Lontano da lattine e dolci di soda, il club del Grèmio ha semplicemente installato un distributore di maglie da calcio! Una prima mondiale che il club ha messo in atto per un periodo di prova di 90 giorni e che potrebbe essere rinnovata.

All’origine di questa nuova installazione, Beto Carvalho, marketing manager del Tricolor “Il concetto di questa macchina automatica è nuovo nel settore del calcio, dobbiamo entrare nel mercato su base sperimentale. Ma data la facilità di distribuzione, accessibilità, convenienza e velocità con cui il prodotto raggiunge il consumatore, siamo fiduciosi che sarà un prodotto di successo.” Posizionato nella zona di imbarco del Terminal 1 dell’aeroporto di Porto Alegre, il distributore automatico, d’altra parte, offre solo la maglia principale del club al momento e ovviamente libero da qualsiasi flocage.

Per creare questo sistema di distribuzione delle nuove maglia gremio, il club di Gremio ha collaborato con Wise Tecno, con sede a Curitiba. Un’azienda che aveva già collaborato con il club brasiliano al banchetto di Gromio presentando questa macchina su base sperimentale. A quel tempo, l’iniziativa è stata un successo dal momento che le ottanta maglie in vendita sono state acquistate in meno di un’ora!

gremio

Monitoreremo quindi da vicino i risultati di “The Tricolor Express Machine” allo stesso modo di molti club del mondo a cui questa iniziativa potrebbe dare idee per lo sviluppo del marketing. Si pensi, ad esempio, al Paris Saint-Germain, che potrebbe benissimo svolgere un’operazione identica nel secondo aeroporto più grande d’Europa, l’aeroporto Parigi-Charles-de-Gaulle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *